1982 - GALLERIA D'ARTE VALLARDI
Storia

La Galleria VALLARDI nasce negli anni '70 dalla passione per l'arte di Euro Capellini e di sua moglie Lilian. Euro Capellini, allora Agente della Vallardi Commissionaria Editoriale, ha conciliato la sua passione con la propria attività organizzando nella sede di Piazza Verdi incontri culturali e mostre d'arte, di pittori locali prima e nazionali poi.

Il rapporto con i più grandi maestri contemporanei dell'epoca si è trasformato ben presto in stima e amicizia, Euro Capellini e la moglie Lilian hanno così potuto portare a La Spezia, in occasione delle loro mostre personali, Artisti del calibro di Luca Alinari, Pietro Annigoni, Giuseppe Arigliano, Antonio Bueno, Michele Cascella, Felicita Frai, Fausto Liberatore, Mino Maccari, Antonio Possenti, Remo Squillantini,  e tanti altri ancora. I coniugi Capellini hanno così permesso alla città di La Spezia di incontrare personaggi che lasciarono un segno tangibile nella storia dell'arte Italiana e di godere di momenti unici grazie alla presenza di questi grandi maestri.

Euro e Lilian da sempre si sono interessati di arte e antiquariato e, pur mantenendo l'attività lavorativa strettamente legata all'arte, hanno coltivato come mera passione quella per l'antiquariato, culminata poi con le ricerca e lo studio dei sigilli fino alla donazione della loro collezione al comune di La Spezia.

La collezione Euro e Lilian Capellini, che comprende sigilli di ogni epoca e area geografica, è esposta presso il "Museo del Sigillo", ubicato nella "Palazzina delle Arti" di La Spezia.

L'attività dei coniugi Capellini viene ora portata avanti a Sarzana dal nipote Vittorio che, erede della passione degli zii, oltre che di arte si occupa anche di oggettistica d'antiquariato.

Di seguito una rassegna di articoli inerenti l'attività della Galleria Vallardi:

!
Cliccare per sfogliare il libro!

19 Marzo 1999 - Amsterdam

Silvio Moggia - Un lembo di Liguria - LE CINQUE TERRE - caleidoscopio di emozioni

Dipinti di Silvio Moggia e poesie di Paolo Bassani
Cliccare per sfogliare la presentazione!

28 Novembre 1998

Franco Rognoni

Cliccare per sfogliare la presentazione!

3 Ottobre 1998

Maestri in collettiva
Opere di: Alinari, Annigoni, Arigliano, Bay, A. Bueno, caffè, Cascella, Cassinari, Cesetti, De Chirico, Guttuso, Lam, Maccari, Mattioli, Migneco, Paulucci, Possenti, Rognoni, Rosai, Scanavino, Sironi, Squillantini, Tozzi, Veronesi.
Cliccare per sfogliare la presentazione!

9 Agosto 1996

Silvio Moggia

20 Aprile 1996 - Centro Allende - La Spezia

GIUSEPPE ARIGLIANO

Cliccare per sfogliare la presentazione!

24 Ottobre 1992

Mostra personale del Maestro Antonio Possenti
Copertina del numero 233 della rivista Arte (Ottobre 1992)

Ottobre 1992 - Arte - Numero 233 - Pag. 151

Nei recinti dell'immaginario
Dal 24 ottobre all'8 novembre è aperta alla Vallardi di La Spezia una personale di
Antonio Possenti, "I recinti dell'immaginario" (orario: 9,30 - 12,30 e 16 - 20,
tutti i giorni).
Da Bosch a Ensor, a Chagall, ai gotici e ai surrealisti le derive della realtà colta,
classica della pittura di Possenti stanno lì, secondo i suoi molti e attenti esegeti.
L incursioni della sua fantasia all'interno del senso della realtà assumono il peso,
patetico e logocentrico, della creatività suscitata dalla osservazione e dalla
riflessione. Il gioco di Possenti rivà infatti, alla rivelazione del non senso
che accoglie lo spiazzamento e il decentramento del mondo. In Possenti, nei suoi
quadri, è la rappresentazione di un universo irreale ma possibile, reso possibile
l'artificio dal linguaggio dell'immagine, del segno e del colore: andando oltre
il bizzarro, oltre il gioco vitalistico. Per vedere, per esempio, oltre le parvenze, là dove è ciò che non ognuno vede, per dirla con Gershom Scholem. (Germano Beringheli)

3 Agosto 1990 - Circolo Culturale Cinque Terre - Monterosso (SP)

GIUSEPPE ARIGLIANO

Cliccare per sfogliare la presentazione!

28 Maggio 1988

Mostra di Acquarelli, acqueforti e litografie colorate del Maestro Giorgio De Chirico
Cliccare per sfogliare la presentazione!

9 Maggio 1987

SQUILLANTINI